pianura

La Resistenza in pianura

Il grande monumento alla Resistenza ad Alfonsine (RA)

A testimoniare l'impegno della popolazione nella lotta di liberazione e la considerazione rimasta in questi territori per i lunghi mesi della guerra Alfonsine ha dedicato alla Resistenza, sulla piazza centrale, uno dei più grandi complessi monumentali visitabili in Italia.

Opera dello scultore e ceramista faentino Angelo Biancini (1911-1988) fu realizzata fra il 1970 e il 1973, nel clima di grande entusiasmo e mobilitazione che accompagnò il XXX Anniversario della Liberazione.

Il Trionfo della Resistenza, nella concezione dell'artista, si compone di un gruppo centrale dedicato in prevalenza alle donne, con la figura di una madre mondina e di una giovane figlia, assorte nell'attesa degli uomini partiti per combattere il nazifascismo, con un bambino tenuto in braccio.

Ai lati due notevoli altorilievi in bronzo, applicati su murature in pietra, rappresentano rispettivamente a sinistra un gruppo di partigiani in armi che scendono dai monti dell'Appennino per incontrare la popolazione della pianura. L'altro bassorilievo a destra propone l'incontro tra le generazioni per trasmettere la terribile  memoria della guerra e i valori dell'impegno resistenziale. Segue la raffigurazione delle vittime resuscitate e dei bambini che “escono dalla caverna” tenendo in mano una colomba, simbolo di Pace.

Il varco che conduce al corpo finale è decorato con simboli infranti di battaglie, per ricordare l'eredità della guerra, e culmina in una grande Nike che trionfa, urlando tra lingue di fiamme, per annunciare il giorno della Vittoria e della Liberazione.

Una grande epigrafe centrale fu dettata da Luigi Longo, comandante partigiano.
Il complesso è posto su di un ampio basamento sopraelevato che consente al visitatore un percorso interno alle figure monumentali, visibili a tutto tondo, insieme a spazi di meditazione che l'artista volle inserirvi, coadiuvato dall'arch. Ivan Carioli che diresse i lavori di posizionamento generale.

Il monumento fu inaugurato il 10 aprile 1973 durante la tradizionale cerimonia che da sempre ricorda la presenza di volontari partigiani accanto ai soldati italiani del Gruppo Cremona che per primi entrarono in Alfonsine in seguito alla vittoria conseguita sul Senio. 

Info:  Piazza Gramsci 1, Alfonsine (RA)
Tel.    Ufficio Cultura  0544.866637
mail:  dicarluccioa@comune.alfonsine.ra.it


Galleria fotografica

POI percorso Tutti i punti del percorso

  1. Portomaggiore (FE)
  2. Argenta (FE)
  3. Fosdondo (RE), 15 aprile 1945
  4. Villa Gavassa (RE), 15 settembre 1943
  5. Villa Cavazzoli (RE), 12 maggio 1944
  6. Pratofontana (RE), 11 agosto 1944
  7. Sant'Ilario (RE), 16 dicembre 1944
  8. Brescello (RE), 13 aprile 1945
  9. I Martiri del Senio a Lugo (RA)
  10. La strage del ponte Felisio a Solarolo (RA)
  11. Reggiolo (RE), 17 settembre 1944 e 14-17 aprile 1945
  12. Villa Sesso (RE), 17-21 dicembre 1944
  13. Villa Cadè - Ponte Cantone (RE), 9-14 febbraio 1945
  14. Cadelbosco Sopra (RE), 28 febbraio 1945
  15. Gonzaga (MN), 19 dicembre 1944
  16. Fabbrico (RE), 27 febbraio 1945
  17. Casa Cervi a Gattatico (RE), settembre-novembre 1943
  18. San Martino in Rio (RE), novembre 1943, poi marzo-aprile 1945
  19. Canolo di Correggio (RE), giugno 1944, dicembre 1944, aprile 1945
  20. Il grande monumento alla Resistenza ad Alfonsine (RA)
  21. Anzola dell’Emilia e San Giovanni in Persiceto (BO)
  22. Mirandola, Via 5 Martiri (MO)
  23. La Baracca di Roncarolo, Caorso (PC)
  24. San Secondo Parmense (PR)
  25. Argelato (BO)
  26. La battaglia di Rovereto sul Secchia (MO)
  27. Ponte Ruffio (FC)
  28. La Borghesa di Rottofreno (PC)
  29. Medicina (BO)
  30. I ragazzi ebrei di Villa Emma di Nonantola (MO)
  31. Fiorenzuola d’Arda (PC)
  32. Altedo di Malalbergo (BO)
  33. Lo scambio di prigionieri di Limidi di Soliera (MO)
  34. Monticelli d’Ongina (PC)
  35. Fusignano (RA), gli scontri del Palazzone
  36. Museo della Battaglia del Senio ad Alfonsine (RA)
  37. Cotignola Città dei Giusti (RA): una solidarietà che resiste alla guerra
  38. Martorano (FC)
  39. Soragna (PR)
  40. Mezzani (PR)
  41. Bagnile e San Giorgio (FC)