pianura

La Resistenza in pianura

Altedo di Malalbergo (BO)

La rete clandestina che serviva il movimento partigiano nella bassa bolognese era costituita da case coloniche di mezzadri e contadini che appoggiavano la guerra di liberazione, ma che dovevano anche convivere con la presenza delle truppe nazifasciste. Le case diventavano quindi basi temporanee che servivano sia come punto di partenza per spedizioni, sia come luoghi dove curare i feriti e svolgere riunioni. In via Pellicciari, ad Altedo di Malalbergo, era presente la Base Bortoli, casa dove si rifugiarono per circa 8-10 giorni i partigiani del battaglione Dino Gotti (aggregato alla IV Brigata Venturoli) che si erano sganciati dopo il combattimento del 2 ottobre ’44 a Malalbergo presso le Basi Bondioli e Carlotti. Proprio dalla Base Bortoli partì il gruppo armato che condusse l’attacco vittorioso in via del Corso, sempre ad Altedo, in prossimità di Casino del Cucco, contro i tedeschi che stavano trasportando circa 200 capi di bestiame razziati dai contadini delle zone limitrofe.

Galleria fotografica

POI percorso Tutti i punti del percorso

  1. Portomaggiore (FE)
  2. Argenta (FE)
  3. Fosdondo (RE), 15 aprile 1945
  4. Villa Gavassa (RE), 15 settembre 1943
  5. Villa Cavazzoli (RE), 12 maggio 1944
  6. Pratofontana (RE), 11 agosto 1944
  7. Sant'Ilario (RE), 16 dicembre 1944
  8. Brescello (RE), 13 aprile 1945
  9. I Martiri del Senio a Lugo (RA)
  10. La strage del ponte Felisio a Solarolo (RA)
  11. Reggiolo (RE), 17 settembre 1944 e 14-17 aprile 1945
  12. Villa Sesso (RE), 17-21 dicembre 1944
  13. Villa Cadè - Ponte Cantone (RE), 9-14 febbraio 1945
  14. Cadelbosco Sopra (RE), 28 febbraio 1945
  15. Gonzaga (MN), 19 dicembre 1944
  16. Fabbrico (RE), 27 febbraio 1945
  17. Casa Cervi a Gattatico (RE), settembre-novembre 1943
  18. San Martino in Rio (RE), novembre 1943, poi marzo-aprile 1945
  19. Canolo di Correggio (RE), giugno 1944, dicembre 1944, aprile 1945
  20. Il grande monumento alla Resistenza ad Alfonsine (RA)
  21. Anzola dell’Emilia e San Giovanni in Persiceto (BO)
  22. Mirandola, Via 5 Martiri (MO)
  23. La Baracca di Roncarolo, Caorso (PC)
  24. San Secondo Parmense (PR)
  25. Argelato (BO)
  26. La battaglia di Rovereto sul Secchia (MO)
  27. Ponte Ruffio (FC)
  28. La Borghesa di Rottofreno (PC)
  29. Medicina (BO)
  30. I ragazzi ebrei di Villa Emma di Nonantola (MO)
  31. Fiorenzuola d’Arda (PC)
  32. Altedo di Malalbergo (BO)
  33. Lo scambio di prigionieri di Limidi di Soliera (MO)
  34. Monticelli d’Ongina (PC)
  35. Fusignano (RA), gli scontri del Palazzone
  36. Museo della Battaglia del Senio ad Alfonsine (RA)
  37. Cotignola Città dei Giusti (RA): una solidarietà che resiste alla guerra
  38. Martorano (FC)
  39. Soragna (PR)
  40. Mezzani (PR)
  41. Bagnile e San Giorgio (FC)