pianura

La Resistenza in pianura

Brescello (RE), 13 aprile 1945

Per iniziativa del Pci, del Fdg e dei Gdd si svolge in tutta la provincia  la "giornata di mobilitazione", vera e propria prova generale dell'insurrezione.

A Campegine vengono chiuse le scuole, sono distribuiti grano, lardo e burro, viene attaccato l'ufficio postale.

A Novellara  le donne protestano per la pace e contro la fame; una manifestante viene ferita; i partigiani arrestano tre soldati tedeschi.

A Campagnola le donne bruciano in piazza i documenti del dazio.

A Brescello la popolazione si ammassa in centro, chiedendo viveri e pace. Accerchia la caserma dei militi. I fascisti sparano ferendo tre donne. I partigiani disarmano due militi, uccidono due spie e fanno saltare un ponte. 


Galleria fotografica