Resistenza mAPPe

Guerra e Resistenza in Emilia-Romagna settant'anni dopo. Percorsi al di qua e al di là della Linea Gotica - Mappe urbane e regionali della Guerra e della Resistenza

Resistenza mAPPe è un portale nato per ricordare e celebrare, nel 70° anniversario della Liberazione, i luoghi e gli eventi della Seconda Guerra Mondiale e della Resistenza, pensato ed elaborato dagli Istituti Storici dell'Emilia-Romagna in Rete.
Nella sua versione aggiornata, il portale dà accesso a una collana di web-app dedicate a itinerari turistico-culturali all'interno dei centri urbani dei capoluoghi di provincia, a tre nuovi percorsi tematici regionali dedicati alla Resistenza in pianura, in montagna e sulla costa, e infine a un'app specifica dedicata ai cippi e alle lapidi nelle strade e alle piazze della città di Modena.


Percorsi regionali


Percorsi cittadini


Percorsi tematici


Perché una web-app?

Un'applicazione per dispositivi mobili consente di conoscere e visitare in modo autonomo gli itinerari tematici e i luoghi dove si sono svolti i fatti storici. Fornisce informazioni essenziali e immediate, prestandosi alle esigenze degli utenti in visita e agli approfondimenti didattici degli studenti.

La scelta di una web-app consente un costante sviluppo dei contenuti, che vengono scaricati aggiornati ad ogni apertura. 

Perché una serie di web-app su Guerra e Resistenza in Emilia-Romagna?

Gli Istituti Storici della Resistenza dell'Emilia Romagna in Rete, insieme alle Anpi e ad altri enti e associazioni del territorio, hanno raccolto nel corso degli anni un'ampia tipologia di fonti e prodotto innumerevoli ricerche storiche sulla seconda Guerra Mondiale e la Resistenza. Dai propri giacimenti archivistici è quindi possibile attingere a un immenso patrimonio documentario e storiografico riguardante la regione.

Questo patrimonio è già ad oggi organizzato e divulgato in varie forme: dagli scritti alle produzioni audiovisive, alle fotografie, alle guide.

ResistenzamAPPe permette di valorizzare in modo interattivo il patrimonio archivistico didattico e storiografico già esistente e di apprendere vicende legate alla storia nonché a riscoprire alcuni luoghi simbolici dell'esperienza bellica tra il 1943 e il 1945.

Come funziona l'app?

Grazie al sistema di geolocalizzazione, l'utente che scarica l'app sul proprio supporto mobile potrà visitare i luoghi della memoria seguendo percorsi ideati su argomenti specifici. Per ogni percorso esistono punti che riportano a eventi o circostanze di settant'anni fa. Si possono approfondire le gesta di donne e uomini che hanno agito in clandestinità, ma anche capire come si viveva durante l'occupazione nazifascista, come i cittadini si difendevano dai bombardamenti e molto altro.

Un punto fermo del nostro lavoro, oltre a quello di caratterizzarsi per la qualità dell'offerta informativa a partire dalle nostre specifiche competenze, è anche quello di  avere un occhio di riguardo rivolto alla formazione e al pubblico scolastico, prevedendo approfondimenti e percorsi didattici utilizzabili anche in classe con le Lavagne Interattive Multimediali (LIM).

Le città e i percorsi

Ogni Istituto storico ha prodotto una serie di percorsi particolarmente significativi riguardanti episodi storici salienti (della Resistenza, della guerra, ecc.) che si sono svolti nelle relative città capoluogo di provincia della regione Emilia-Romagna. Decisiva per queste selezioni l'esperienza maturata nella realizzazione di visite guidate e/o di specifiche ricerche sui luoghi della memoria cittadina.

La metodologia per la selezione dei luoghi e dei temi inclusi nelle app urbane è stata definita in modo collettivo dal gruppo di lavoro, per poter mantenere coerenti i percorsi delle diverse città senza rischiare di duplicare argomenti, ma anzi offrendo un'ampia panoramica delle dinamiche storiche.