Parma in guerra

Parma / Parma in guerra

8-9 settembre 1943: combattimento in Piazzale Marsala

Nella notte tra l’8 e il 9 settembre in Piazzale Marsala si consumò una breve azione di resistenza contro i tedeschi che, proprio in quelle ore, si apprestavano a occupare la città, secondo il “piano Achse” per l’occupazione militare del territorio italiano.

Mentre i cannoni germanici colpivano il Palazzo del Governatore, le caserme situate in Cittadella e nella Pilotta, le poste di via Pisacane, la Scuola di applicazione di Fanteria situata all’interno del Palazzo Ducale, in questo piazzale a ridosso del torrente Parma e del Ponte Umberto (oggi Ponte Italia) i blindati del 433esimo Battaglione carri, accorsi da Fidenza, cercarono di contrastare l’artiglieria anticarro tedesca.

Il combattimento, rapido e intenso, si concluse con la sconfitta dei nostri mezzi corazzati; nello scontro furono uccisi sei carristi italiani, uno dei carri armati italiani fu distrutto vicino al Ponte e un altro precipitò nel greto della Parma. La mattina seguente, 9 settembre 1943, la città era ormai sotto il pieno controllo dei tedeschi.


Galleria fotografica