Vicolo del Consiglio 12 – I luoghi della repressione: il Tribunale e il Carcere

Piacenza / Sconfitti dalla Storia. La Repubblica Sociale Italiana

Vicolo del Consiglio 12 – I luoghi della repressione: il Tribunale e il Carcere

Nella storica sede giudiziaria, realizzata nel XV secolo su commissione di Manfredo Landi, trovò posto il Tribunale speciale straordinario.

Istituito con decreto del Duce il 23/11/'43, celebrò il primo processo il 15 febbraio 1944 con i giudici Francesco Giovannini (Presidente), Aurelio Dall'Acqua, Ezio Vecchi, Giorgio Fontolan (Pubblica Accusa). Tra le numerose sentenze emesse – inizialmente per reati di oltraggio al regime dopo il 25 luglio – si ricorda la condanna in contumacia dell'avvocato ed esponente cattolico del CLN Francesco Daveri che dopo la cattura a Milano morirà a Gusen (Mauthausen).

Le alte mura prospicienti il complesso del Tribunale racchiudevano Palazzo Madama e il Carcere edificato a fine '800 su progetto di Giovanbattista Barborini. Nell'estate del 1944 in queste celle attendevano di essere consegnati alle SS per la deportazione gli ebrei Tina Pesaro, Enrico Richetti, Markus Nichtberger con i figli Dina e Bob e la moglie Susanne Wormann. Moriranno tutti nei Campi di concentramento nazisti di Auschwitz-Birkenau e di Dachau.


Galleria fotografica