La cancellazione. La persecuzione antiebraica

Parma / La cancellazione. La persecuzione antiebraica

Casa Fano - Strada del Quartiere 9

Ermanno Fano, farmacista, visse con la moglie Giorgina Padova e i due figli Liliana e Luciano a Pellegrino Parmense fino al 1938. Nel 1942 la famiglia si trasferì nella casa parmigiana dei genitori di Aldo: Enrico Fano e Giulia Bianchini, in via Imbriani. Il 27 marzo 1942 nacque il terzogenito Roberto. Il 7 dicembre 1943 la famiglia fu prelevata e internata in due campi diversi: Giorgina e i figli nel campo di Monticelli Terme, Ermanno in quello maschile di Scipione. Inizialmente i nonni furono risparmiati per l’età avanzata, per essere arrestati il 2 agosto dell’anno seguente. Il 9 marzo 1944 la famiglia fu trasferita nel campo di Fossoli, prima di giungere ad Auschwitz il 10 aprile. Nel campo di sterminio tutta la famiglia, inclusi i due anziani, trovò la morte.


Galleria fotografica