Il tentato sabotaggio del ponte sul Parma a Mamiano

“Membri delle Sap di Mamiano tentano di far saltare il ponte sul Parma, ma l’azione non ha l’esito voluto perché l’esplosivo è insufficiente”. Il diario storico della 78° Brigata Garibaldi Sap riporta il 5 gennaio 1945 il tentativo fallito di sabotaggio da parte delle Squadre di azione patriottica (Sap), ovvero delle formazioni partigiane che operavano in città e in pianura con lo scopo, appunto, di sabotare, ma anche di fare propaganda, reclutamento e raccolta di armi, viveri e vestiti per sé e per la Resistenza in montagna. 

Colpire le vie di comunicazione era uno dei compiti cruciali delle Sap, in modo da rendere al nemico difficili gli spostamenti. Una settimana dopo il tentativo fallito – il 13 gennaio – i sappisti di Pannocchia e di Mamiano, in collaborazione con reparti della 143° Brigata Garibaldi e della 3° Brigata Julia, riuscirono a far saltare il ponte, interrompendo così il traffico.