PerCorsi di Memoria

Progetto “PerCorsi di Memoria”
La storia in strada attraverso la toponomastica dedicata alla Resistenza.

Progetto a cura di Roberto Pasquali
Presidente Associazione Interculturale Polo Interetnico A.I.P.I.
 

Scarica la scheda completa del progetto in formato PDF

Progetto ideato da A.IP.I. Associazione Interculturale Polo Interetnico e promosso da Cittadinanza Attiva del Comune di Bologna in collaborazione con ANPI e i Quartieri Porto e Saragozza.

Il Progetto

Il progetto PerCorsi di Memoria nasce dalla volontà di conservare e trasmettere la memoria del nostro territorio alle future generazioni. Lo studio della storia, anche recente, è spesso per i ragazzi qualcosa di astratto e remoto, lontano dai loro interessi. Il loro orizzonte è sempre più legato ad un presente fatto di immagini e notizie veloci ed effimere. Per rendere più concreto e interessante lo studio della storia si è pensato di utilizzare ciò che abbiamo accanto tutti i giorni e a cui non prestiamo attenzione, come il nome della strada dove abitiamo. Spesso questo nome è un luogo o un personaggio del risorgimento, della prima guerra mondiale, un partigiano della resistenza, o un magistrato caduto sotto i colpi del terrorismo o della mafia.

Vi sono persone e luoghi che restano impressi nella Storia fino ad essere ricordati nelle insegne di strade giardini o piazze, da questa memoria si può riprendere le loro storie in un ciclo che si chiude: la Storia che si fa Memoria per tornare Storia e avvicinarla al nostro presente.

Studiare la storia in strada, in senso davvero letterale, attraverso uscite didattiche con docenti ed esperti è un mezzo per riscoprire e riavvicinare questi eventi oltre a rendere protagonisti i ragazzi stessi, che possono a loro volta diventare “guide della memoria”. Molto più efficace di una lezione frontale è l’educazione tra pari dove il dialogo tra coetanei trova un linguaggio più adeguato.

Questi gli obiettivi del progetto:

Rendere partecipi e consapevoli i giovani italiani e di origine straniera degli eventi che hanno segnato il nostro territorio attraverso percorsi di cittadinanza attiva.
Trasmettere ai giovani informazioni sulla storia del nostro passato perché possano diventare testimoni di questa memoria.

Offrire una triplice alfabetizzazione:

  • civica, attraverso la sensibilizzazione a tematiche di alto valore simbolico e storico 
  • storica, attraverso la riscoperta dei luoghi dove viviamo
  • linguistica per i giovani di origine straniera attraverso percorsi di approfondimento della lingua italiana su argomenti storici e letterari specifici.

Il progetto è stato realizzato nei Quartieri Porto e Saragozza dove sono state coinvolte alcune classi delle scuole Guinizelli e De Andrè con la disponibilità e collaborazione delle insegnanti di classe, che hanno ampliato e approfondito il programma curriculare. In particolare nella 3A delle De Andrè abbiamo realizzato una ricerca nel quartiere di residenza su tutti i luoghi dedicati ai vari periodi storici.

Cogliendo l’occasione degli anniversari (centenario e settantesimo) ci siamo soffermati sulla prima e seconda guerra mondiale e sulla Resistenza. Abbiamo ricercato su varie fonti bibliografiche e testimoniali le storie e biografie di ogni partigiano, le abbiamo inserite nel loro contesto storico e preparato un materiale digitale e cartaceo che ogni ragazzo ha poi portato all’esame. Per arricchire e rendere interdisciplinare la ricerca abbiamo anche cercato poesie dedicate alla Resistenza sia di autori riconosciuti sia di poeti partigiani. Abbiamo inoltre invitato testimoni di quel periodo per rendere più emozionante e vivo il ricordo.

I ragazzi, con il supporto degli esperti dell’Associazione Ottomani, hanno anche realizzato un video di animazione sulla battaglia di Porta Lame utilizzando la voce fuori campo di William Michelini , presidente di ANPI e protagonista di quell’evento.
Vista la composizione multiculturale delle classi e per coinvolgere maggiormente i ragazzi di origine straniera si è proposto uno scambio di memorie sui rispettivi paesi scoprendo così le “altre resistenze”.


Film animato realizzato dalla classe 3 A deIla Scuola Secondaria di I grado "Fabrizio De André" di Bologna nell'Anno scolastico 2013-2014. Gli studenti hanno incontrato il partigiano "William" Lino Michelini testimone diretto della battaglia di Porta Lame (Bologna) ed hanno interpretato le sue parole con il cinema di animazione (nell'ambito del progetto "perCorsi di Memoria")