pianura

La Resistenza in pianura

La battaglia di Rovereto sul Secchia (MO)

Il 18 marzo 1945 truppe tedesche e fasciste impegnate in un rastrellamento nella zona tra Concordia e Mirandola attraversano il ponte sul fiume Secchia a Rovereto per allargare la loro azione anche al Carpigiano. Qui, dove già il 7 agosto 1944 la Brigata Nera aveva compiuto una rappresaglia fucilando nove antifascisti davanti alla Chiesa (“strage degli intellettuali”), sono però presenti molti partigiani che attaccano i nazifascisti per poi iniziare una manovra di ripiegamento.

Nel tardo pomeriggio giungono a Rovereto altri seicento partigiani che attaccano il nemico il quale, nonostante disponga di due autoblindo, è costretto ad abbandonare il combattimento lasciando sul terreno numerosi morti. I partigiani contano cinque caduti, tra cui una giovane donna colpita mentre sorvegliava i movimenti del nemico. La battaglia di Rovereto è il combattimento più rilevante avvenuto nella pianura modenese.


Galleria fotografica

POI percorso Tutti i punti del percorso

  1. Fusignano (RA), gli scontri del Palazzone
  2. Portomaggiore (FE)
  3. Argenta (FE)
  4. Villa Cavazzoli (RE), 12 maggio 1944
  5. Villa Gavassa (RE), 15 settembre 1943
  6. Pratofontana (RE), 11 agosto 1944
  7. Fosdondo (RE), 15 aprile 1945
  8. Sant'Ilario (RE), 16 dicembre 1944
  9. Brescello (RE), 13 aprile 1945
  10. Villa Sesso (RE), 17-21 dicembre 1944
  11. Reggiolo (RE), 17 settembre 1944 e 14-17 aprile 1945
  12. I Martiri del Senio a Lugo (RA)
  13. La strage del ponte Felisio a Solarolo (RA)
  14. Villa Cadè - Ponte Cantone (RE), 9-14 febbraio 1945
  15. Cadelbosco Sopra (RE), 28 febbraio 1945
  16. Fabbrico (RE), 27 febbraio 1945
  17. Gonzaga (MN), 19 dicembre 1944
  18. Il grande monumento alla Resistenza ad Alfonsine (RA)
  19. Museo della Battaglia del Senio ad Alfonsine (RA)
  20. Cotignola Città dei Giusti (RA): una solidarietà che resiste alla guerra
  21. Canolo di Correggio (RE), giugno 1944, dicembre 1944, aprile 1945
  22. San Martino in Rio (RE), novembre 1943, poi marzo-aprile 1945
  23. Casa Cervi a Gattatico (RE), settembre-novembre 1943
  24. Argelato (BO)
  25. La battaglia di Rovereto sul Secchia (MO)
  26. Ponte Ruffio (FC)
  27. Soragna (PR)
  28. La Baracca di Roncarolo, Caorso (PC)
  29. Mirandola, Via 5 Martiri (MO)
  30. Martorano (FC)
  31. La Borghesa di Rottofreno (PC)
  32. San Secondo Parmense (PR)
  33. Medicina (BO)
  34. Altedo di Malalbergo (BO)
  35. Lo scambio di prigionieri di Limidi di Soliera (MO)
  36. Monticelli d’Ongina (PC)
  37. Fiorenzuola d’Arda (PC)
  38. Bagnile e San Giorgio (FC)
  39. Anzola dell’Emilia e San Giovanni in Persiceto (BO)
  40. I ragazzi ebrei di Villa Emma di Nonantola (MO)
  41. Mezzani (PR)