Parrocchia di San Biagio - Via del Carmine

Qui operava don Elio Monari che, insieme ad alcuni giovani dell'Azione cattolica, dopo l'8 settembre aiuta molti ebrei a fuggire in Svizzera, evitando loro la deportazione nei campi di sterminio tedeschi.

Egli nasconde anche una trentina di ebrei provenienti da Ferrara che, dopo l'eccidio compiuto dai fascisti al Castello Estense (15 novembre 1943), cercano riparo nella nostra città. Ricercato dalla polizia, Don Elio Monari sale in montagna nel maggio '44 per unirsi ai partigiani. Catturato a Piandelagotti, viene fucilato a Firenze il 23 luglio 1944. È stato decorato di medaglia d'oro al valor militare.