Monteveglio (BO)

Il 12 febbraio 1945 diverse centinaia di donne, soprattutto contadine, si riversarono nella piazza del municipio di Monteveglio per chiedere sale, zucchero e generi alimentari sottoposti a razionamento. Il commissario prefettizio disse di non essere in grado di soddisfare le richieste e le manifestanti assaltarono magazzini pubblici e privati prelevando generi alimentari per distribuirli alla popolazione. Il giorno dopo una nuova manifestazione contro i nazifascisti in piazza. Il 14 febbraio, la piazza di Monteveglio si stava riempiendo nuovamente di manifestanti quando un’incursione aerea alleata costrinse la folla a disperdersi.