Giardini pubblici

Aperti al pubblico nel 1752, dopo essere stati fino a quel momento giardini privati per i duchi estensi e la loro corte.

Nel lato confinante con l'attuale Viale Caduti in Guerra si schierarono reparti tedeschi per fronteggiare l'attacco partigiano proveniente da viale Ciro Menotti e dalle rovine della scuole De Amicis; qui rimase ucciso il partigiano nonantolano Olmes Zanoli, medaglia d'argento al valor militare.

Dopo questi combattimenti i partigiani si divisero in tre gruppi: uno da via Piave avanzava in direzione dei giardini pubblici e di Corso Vittorio Emanuele II; un altro dal mercato ortofrutticolo di via Ciro Menotti si dirigeva verso San Giovanni del Cantone per arrivare in piazza Roma; il terzo, infine, si portava in largo Garibaldi, dove sosteneva un breve combattimento con un reparto tedesco.