Fragheto (RN)

Nella mattinata del 7 aprile 1944 avviene un duro scontro tra partigiani e tedeschi in località Calanco. Finito lo scontro, i tedeschi si spostano andando verso il torrente Senatello, inviarono però una pattuglia a controllare i villaggi circostanti per trovare eventuali partigiani feriti e nascosti. Verso le 17:30 arrivano a Fragheto.

Dalle testimonianze scoprono subito un partigiano ferito, uccidendo immediatamente lui e le persone nella casa; in un'altra casa, Guglielmo Gambetti spara e ferisce probabilmente a morte due soldati tedeschi. Questo scatena la rappresaglia tedesca che diventa generalizzata o quasi, vengono uccisi un totale di 30 persone tra donne, bambini e anziani, ritenuti indistintamente nemici e collaboratori dei partigiani. Oltre alle vittime vengono bruciate le case e la canonica della chiesa.