Forlì. Guerra, repressione, memoria e resistenza

I tre percorsi che l'Istituto di Forlì propone attraversano una Forlì che nel 1944, al pari degli altri centri dell’Italia del nord, subisce le sofferenze della guerra e la crudeltà dell’occupazione nazifascista. Attraverso questi tragitti individueremo le principali costruzioni dell’architettura totalitaria che caratterizzano l’unicità della città di Forlì così come la volle Mussolini; ripercorreremo le vittoriose agitazioni operaie e popolari contro la dittatura; infine riporteremo alla memoria il sistema militare e repressivo nazifascista a Forlì, e anche il coraggio del movimento di liberazione che vi si oppose.

Crediti

Resistenza mAPPe Forlì a cura di Vladimiro Flamigni e Fabrizio Monti.

Il percorso “I luoghi della presenza ebraica: tra integrazione e persecuzione” è curato da Francesco Gioiello, Vladimiro Flamigni, Tania Flamigni, Fabrizio Monti ed Elena Paoletti.

Coordinamento: Luisa Cigognetti

Fonti iconografiche: Archivio Fotografico della Biblioteca comunale A. Saffi di Forlì; Biblioteca comunale A. Saffi di Forlì, Raccolte Piancastelli, Sezione stampe e disegni;  Archivio Istituto per la Storia della Resistenza e dell'età contemporanea di Forlì-Cesena; Archivio Atrium Cultural Route-horizontal, Archivio storico della Camera di Commercio di Forlì.


Web site and app design by
BraDypUS. COMMUNICATING CULTURAL HERITAGEBraDypUS. COMMUNICATING CULTURAL HERITAGE