Biblioteca comunale A. Saffi, Collezione Piancastelli - Corso della Repubblica 72

Palazzo del Merenda fu costruito nel 1722, su progetto di Giuseppe Merenda, come Ospedale della Casa di Dio per gli Infermi.

L'edificio, in seguito all'attivazione nel 1922 dell'Ospedale Morgagni nell'area retrostante, divenne sede della Biblioteca comunale 'A. Saffi' e più tardi anche degli Istituti Artistici e Culturali della città e della Pinacoteca civica 'Melozzo degli Ambrogi'.

Tra le collezioni più significative della Biblioteca vi sono i 55.000 volumi, i migliaia di autografi, cartoline, documenti, ceramiche, dipinti, monete e incisioni delle Raccolte Piancastelli. Tra le opere collezionate e donate alla biblioteca da Carlo Piancastelli (Imola 1867- Roma 1938) vi sono quattro preziose ketubbot, ovvero contratti matrimoniali ebraici, provenienti da Lugo di Romagna.

Tra il XVII secolo e la metà del XIX sec. si sviluppò tra gli ebrei italiani l’arte di decorare il contratto matrimoniale, tradizione portata dagli ebrei sefarditi, e che rese famosa la fiorente comunità ebraica di Lugo per la particolare tecnica del traforo. Gli esemplari più significativi di questa tecnica sono oggi conservati nella sezione Stampe e disegni della Collezione Piancastelli e sono datati 1740, 1815, 1821 e 1851.