Sulle tracce della deportazione ebraica in Provincia di Ravenna

Dopo i provvedimenti discriminatori attuati con le Leggi della R.S.I. negli ultimi mesi del 1943 la caccia agli Ebrei e la loro deportazione nei lager coinvolsero anche la provincia ravennate, convogliando ben 31 ebrei dalla stazione cittadina con destinazione Auschwitz . Tuttavia si distinsero a livello locale anche alcune reti di salvatori che specialmente nella zona di Cotignola, oggi chiamata “Città dei Giusti”, si adoprarono per nascondere e sottrarre intere famiglie di ebrei alle ricerche della polizia fascista. Sono ben 4 i “Giusti delle Nazioni” di questa città e altrettanti quelli della vicina Bagnacavallo riconosciuti ufficialmente da Yad Vashem, e pertanto insigniti del relativo titolo. Il percorso segnala i vari luoghi di cattura e di deportazione, ma cita anche i nomi dei salvatori e dei salvati.