Cippo in memoria di Bruno Rizzieri Viale IV Novembre, Pontedella Pace ex Ponte dell’Impero

Il cippo ricorda Bruno Rizzieri ucciso il 30 aprile 1944. Rizzieri è il gappista che darà il nome alla brigata partigiana Garibaldi Ferrarese. Nato a Ferrara nel 1918, caduto a Ferrara il 30 aprile 1944, operaio meccanico, Medaglia d'oro al Valor militare alla memoria. Al momento dell'armistizio, Bruno Rizzieri è in forza, come aviere, all'aeroporto di Forlì. Decide subito di entrare in clandestinità e di raggiungere il Ferrarese. Qui organizza una formazione partigiana che, dopo la sua morte, avrebbe preso il suo nome. Il giovane resistente, infatti, cade durante uno scontro durante un'azione di sabotaggio presso il ponte dell’Impero, oggi Ponte della Pace. Questa la motivazione della massima ricompensa al valore, decretata alla memoria di Bruno Rizzieri: "Patriota di pura fede, primo organizzatore delle forze partigiane della sua zona, primo nelle azioni più rischiose, era di esempio per iniziativa, capacità, coraggio. Nel corso di una difficile azione di sabotaggio condotta insieme ad un commilitone, veniva sorpreso da superiori forze nemiche. Vista la gravità della situazione, faceva porre in salvo il compagno d'arme e affrontava audacemente da solo la pattuglia avversaria usando la sua arma con calma e fredda determinazione. Benché ferito, resisteva strenuamente agli attacchi nemici finché, colpito da più raffiche di mitra, immolava generosamente la sua esistenza alla causa della libertà inneggiando alla Patria".