Chiesa San Cristoforo della Certosa

Del XV Secolo è parte del cimitero comunale. Viene colpita nel bombardamento del 28 gennaio 1944. Un sopralluogo del 18 febbraio 1945 documenta tutti i soffitti lesionati, il crollo della volta della abside, gli stalli del coro in parte distrutti, la cupola del presbiterio crollata. È gravemente danneggiato il Ciborio monumentale ligneo (di Antonio Maldrati 1596), il crollo della volta della quinta cappella, la distruzione completa della pala dell’altare raffigurante una scena della Passione di Niccolò Rosselli (sec. XVI), la distruzione de la Decollazione di S. Giovanni Battista di G. B. Cozza (fine XVII secolo). Risultano completamente crollati la cameretta degli arredi sacri e il campanile. Crolla completamente la camera dell’archivio della Compagnia della Buona Morte che però viene salvato interamente.